Servicios

Incontri letterari dialogici

tertulias literariastertulias literarias

tertulias literarias

 

 

 

 

 

 

https://youtu.be/cSjdbq-iG3A

 

Descrizione

OBIETTIVI:

  • Dialogo egualitario
  • Intelligenza culturale
  • Trasformazione
  • Dimensione strumentale
  • Creazione di senso
  • Solidarietà
  • Uguaglianza di differenze

ATTIVITA’

  1. GRUPPI DI GIOVANI

  • Una sessione settimanale di un’ora
  • Acquisizione di competenze in campo linguistico
  • Le letture talvolta di realizzano in classe e talvolta a casa
  • Sostegno specifico da parte di altri educatori in aula e di altri professionisti e volontari in ambito educativo.
  • Si utilizzano libri, brevi testi, poesie, musica…
  1. GRUPPI DI EDUCATORI

  • Sessioni mensili di due ore
  • Uso di testi rilevanti per il contesto educativo

RISULTATI

Con i giovani

  • Significativo incremento nell’attività di lettura
  • Visibilità sui giovani che leggono e scrivono
  • Avvicinamento ai loro interessi da diverse prospettive
  • Significativo miglioramento nei risultati della valutazione in campo linguistico
  • Creazione di spazi di lavoro dove è possibile lavorare al dialogo e all’incontro con l’altro

Con gli educatori

  • Creazione di un foro di lettura permanente sopra temi educativi rilevanti nello svolgimento della loro pratica professionale
  • Riflettere, come gruppo educativo, su questi temi
  • Trovare uno spazio e un luogo per farlo
  • Condividere dubbi, domande… e in definitiva continuare ad apprendere

 

Area di intervento

Spagna; Vitoria-Gasteiz

Popolazione (abitanti): 242.922

% di popolazione straniera: 9,1%

% di abbandono scolastico prematuro: 9,6%

 

Descrizione dell'organizzazione

Nome dell’organizzazione: Fundación Adsis

Indirizzo: C/Peñascales 14, local izquierdo. 28028 Madrid

Sito web: www.fundacionadsis.org

Facebook: http://www.facebook.com/fundacionadsis

Twitter: @FundacionAdsis

Youtube: http://www.youtube.com/fundacionadsis

Data di formazione dell’organizzazione:

La Fondazione Adsis è stata creata il 16 Aprile 1996, in accordo con la legge 30/1994.

Descrizione dell’organizzazione:

Mission:

La nostra mission è costruire una società più giusta e solidale mediante la promozione integrale di individui e gruppi impoveriti e marginalizzati. Portiamo avanti questo lavoro attraverso processi di sviluppo individuale e collettivo attraverso relazioni strette, la solidarietà e un servizio efficiente.

Vorremmo proporre il coinvolgimento con i giovani, e mettere in atto, insieme ad altri individui e organizzazioni, azioni sociali, programmi di formazione e cooperazione allo sviluppo.

Vision:

La Fondazione Adsis è un’organizzazione che ha approfondito e focalizzato la realizzazione della sua missione, distinguendosi per il lavoro con i giovani e per la realizzazione di processi di accompagnamento delle persone destinatarie delle sue azioni. Pertanto, è riuscita a coinvolgere nella sua causa diversi attori, ha esaminato e migliorato i suoi progetti per generare un maggior impatto sociale, e ha rafforzato il coinvolgimento della sua base sociale, in particolare del volontariato.

Altri dati:

– 30 centri a livello statale

– Presente in 12 province spagnole.

 

Dati di contatto

juncal.yubero@fundacionadsis.org

00 34 945 229 944

www.fundacionadsis.org

 

Data dello Stato

01/10/2016

 

Stato di implementazione

On going

 

Descrizione di stato

Il progetto è iniziato nel 2010

 

Tipo di intervento

School Project

 

Altro tipo di intervento

 

Descrizione dell'intervento

Comunità di apprendimento è un progetto basato su un set di attività educative dirette alla trasformazione educativa e sociale. Questo modello educativo si basa sulle teorie scientifiche internazionali che individuano due fattori chiave per apprendere nella società odierna: le interazioni e la partecipazione nella comunità.

L’intervento è focalizzato su:

  • Costruzione collettiva del significato e comprensione basata sul dialogo con tutti gli studenti partecipanti all’incontro letterario.
  • Potenziamento dell’approccio diretto degli studenti – senza distinzione di età, genere, cultura o competenze – alla cultura classica e alla conoscenza scientifica accumulata dall’umanità nel corso della storia.

 

Destinatari

Target group

– Giovani di età tra i 15 e i 18 anni che non hanno superato l’Istruzione Secondaria obbligatoria e hanno difficoltà educative, personali e sociali.

– Famiglie dei giovani.

– Aziende locali con esperienza nell’impiego di giovani in ricerca di lavoro.

 

Criteri di selezione

  • Giovani: arrivano al centro da diversi centri educative della Municipalità, così come dai servizi sociali, dai penitenziari e dai tribunal. Il solo criterio di selezione è l’età: non possono avere più di 18 anni e non hanno superato l’Istruzione Secondaria Obbligatoria. Nel caso in cui le domande siano maggiori dei posti disponibili, viene data priorità ai giovani più anziani.
  • È importante il coinvolgimento di tutti gli educatori nel processo e il loro contributo alle sessioni.

 

Metodologia

I circoli letterari dialogici sono riunioni di persone che si coordinano liberamente per scegliere un titolo letterario (generalmente un’opera classica) che tutti devono leggere simultaneamente.

Si mettono d’accordo sul numero di pagine che devono leggere, e successivamente si riuniscono per commentare quello che hanno letto. Ogni partecipante deve sottolineare o evidenziare il paragrafo che gli è piaciuto maggiormente e spiegare agli altri perché ha scelto proprio quel paragrafo e non un altro. Sono previste anche riflessioni, dubbi e dibattiti che nascono dalla lettura.

A questi circoli può partecipare chiunque: alunni, famiglie, professori, altre persone del quartiere. (Aretxaga y Landaluce, 2005:216). In questo modo anche persone che non hanno mai letto nessun libro arrivano ad apprezzare le opere della letteratura classica universale (C.P. Padre Orbiso, 2003).

Non vi è la pretesa di scoprire e analizzare quello che l’autore vuole dire nel suo testo, ma si vuole alimentare il dialogo e la riflessione a partire dalle diverse interpretazioni che possono nascere dal testo. Qualsiasi persona può moderare gli incontri, gestendo i turni di parola e considerando che non può imporre agli altri il proprio punto di vista, ma deve lasciare a tutti la possibilità di esprimersi per far sì che possano riflettere e discutere fino ad arrivare ad un consenso su un argomento (Loza, op. cit.). Il moderatore deve inoltre dare priorità alle persone che partecipano meno all’incontro.

 

Componenti innovative

L’aspetto più innovativo è il concetto dell’apprendimento come incontro e partecipazione di ogni persona senza esclusione. Si tratta di un modello integrativo di lavoro in classe.

 

 

Risorse

Umane:

Educatori e volontari.

Materiali:

  • Libri
  • Materiali di cancelleria

 

Bilancio

€ 1500 per ogni anno scolastico.

 

Finanziamento

I processi formativi vengono sviluppati e stabiliti attraverso accordi con il governo basco

 

Partners

All’interno del territorio ci sono diversi attori coinvolti nel processo:

  • Dipartimento di Educazione del Governo Basco.
  • Comunità educativa (studenti, famiglie, educatori, comunità)
  • Altri centri locali/regionali con progetti simili.

 

Outputs

  • Sviluppo della pubblicazione trimestrale del centro dove si raccolgono informazioni sulle attività realizzate.
  • Relazione annuale delle attività e dei risultati raggiunti.

 

Valutazione & SWOT analysis

Punti di forza

  • Effetto trasformativo sulle relazioni tra i diversi attori coinvolti.
  • Nuovi modi di organizzazioni delle classi.
  • Miglioramento dei processi apprendimento-insegnamento.
  • Incoraggiamento di relazioni eque.
  • Sviluppo di abilità linguistiche (lettura) di tutti gli attori coinvolti.

Punti di debolezza

  • È necessario il coinvolgimento totale dei docenti.

 

Sostenibilità

Il lavoro fa parte di un modello globale di attenzione alla diversità in classe che viene previsto nel piano di studi del centro.

 

Impatto e utilizzo dei risultati

IMPATTO

I circoli letterari hanno avuto un impatto sul centro di formazione perchè hanno trasformato le aspettative degli educatori e dei partecipanti e hanno trasformato le interazioni tra professionisti e giovani.

I partecipanti al circolo hanno interiorizzato delle aspettative positive, trasformando così il loro comportamento e concetto di se stessi; grazie al dialogo hanno iniziato a percepirsi come persone capaci di leggere.

 

UTILIZZO DEI RISULTATI

Nella relazione annuale del centro vengono raccolte le letture che sono proposte ai giovani ogni anno (almeno un’opera letteraria a trimestre).

In questo modo vengono raccolte le modifiche delle abitudini letterarie dei giovani che sono aumentate in maniera significativa nel corso degli anni.

 

Diffusione dei risultati e feedback pubblico

Il progetto ci ha portato a realizzare diverse attività di incontro e lettura con altri centri del nostro territorio e delle città vicine.

In alcune occasioni queste attività legate alla promozione della lettura attraverso un modello di intervento, sono state sviluppate in strada con la cittadinanza. Il progetto ci ha portato a realizzare differenti attività di incontro e lettura con altri centri del nostro territorio e delle città vicine.